#SaveAfghanWomen. Un drappo rosso unisce Avezzano e Celano

Un drappo rosso legato al polso e una voce unica, alta e decisa, quella delle donne delle commissioni pari opportunità di Avezzano e Celano, che si alza a sostegno di altre donne.

Dopo l’importante partecipazione di pubblico all’incontro con la giornalista Barbara Schiavulli e la responsabile della comunicazione di Nove Onlus Flavia Mariani, il messaggio di vicinanza alle donne Afghane unisce questa volta le due città più grandi della marsica.

In piazza Torlonia, infatti, nell’incontro dal titolo “Vi Racconto l’Afghanistan”, erano presenti tra il pubblico anche Silvia Morelli, presidente del consiglio comunale di Celano con delega alle politiche sociali e Divina Cavasinni delegata alla famiglia, disabilità e pari opportunità. 

Le due consigliere sono tornate ad Avezzano per partecipare insieme alla Commissione Pari Opportunità del capoluogo marsicano alla campagna del fazzoletto rosso, ideata dalle associazioni Nel Nome della Donna, Il Cantiere delle Donne, Radio Bullets, Werest art 6libera, Nove Onlus. Una campagna che punta a tenere alta l’attenzione sulle donne afghane. 

Non è casuale la scelta del simbolo: il fazzoletto rosso ha permesso a centinaia di afghane di uscire dal paese, riconosciute dalle forze dell’ordine e allora non c’è modo migliore per far sentire una vicinanza vera, autentica e che può diventare virale.

Per aderire alla campagna basta scattarsi una foto con un fazzoletto rosso e postarla con l’hastag #saveafghanwomen

Per sollecitare la partecipazione, in un clima di complicità e desiderio di collaborazione, le componenti delle commissioni hanno deciso di metterci la faccia. La foto davanti al comune di Avezzano le ritrae per chiedere ad altre donne di fare la stessa cosa e far arrivare anche così un concetto chiaro: non siete sole, noi ci siamo!